Domenica 26 marzo - Ultimo aggiornamento 11:07
EVENTI - MILANO
data articolo08 marzo 2017

Torna la manifestazione di VinNatur, la sperimentazione al centro del lavoro dei vignaioli

Torna la manifestazione di VinNatur,  la sperimentazione al centro del lavoro dei vignaioli
FOTOGALLERY
Torna la manifestazione di VinNatur,  la sperimentazione al centro del lavoro dei vignaioli
Milano -Si rinnova l'appuntamento con la 14esima edizione della manifestazione dedicata ai vini naturali, sarà un'edizione caratterizzata da una sempre maggiore consapevolezza della gestione del vigneto quella di Villa Favorita 2017.
L'evento si terrà da sabato 8 a lunedì 10 aprile, in cui si incontreranno i 170 soci dell'associazione VinNatur. 
Sta andando avanti ormai da tre anni infatti una ricerca approfondita sulla fertilità microbiologica in vigneto, fondamentale per giudicare lo stato di salute e la capacità delle vigne di portare alla produzione uva sana e ricca di profumi e sapori.
Il progetto è coordinato dall'agronomo Stefano Zaninotti (VITENOVA Vine Wellness), che si avvale della collaborazione della dottoressa Irene Franco Fernandez, del botanico Cristiano Francescato e dell'entomologa Costanza Uboni.
Dopo tre anni di rilievi il team di ricerca di Vitenova è stato in grado di mettere a punto un modello matematico che utilizza reti neurali, in grado di valutare la fertilità biologica che un suolo dovrebbe avere a partire da cinque semplici parametri: pH, sostanza organica, azoto totale, sodio e argilla.
Il modello, in fase di perfezionamento, consentirà di individuare lo stato di salute del terreno e quindi di permettere al vignaiolo di prendere le decisioni sulla gestione del suolo in maniera maggiormente consapevole.
Il presidente d VinNatur Angelino Maule ha dichiarato "Il lavoro del dott. Zaninotti è molto prezioso e ci permetterà di produrre sempre meglio, nel rispetto della natura, valorizzando al contempo il territorio".
Vini sempre più sani e più buoni quindi quelli che saranno presenti nella Villa di Monticello di Fara, con qualche chicca da non perdere. Come i Sake di Yoigokochi Sake Importers, l’unico importatore in Europa che commercializza solo i sake della tipologia junmaishu, cioè derivati al 100% dal riso, senza l’aggiunta di alcool o zucchero.
commenta
milano.ogginotizie.it